LICEO DONATELLI

Olimpiadi della Cultura e del Talento

Print Friendly, PDF & Email

All’insegna del motto “la cultura non perde mai”, si sono svolte il 6 marzo scorso a Civitavecchia le semifinali del concorso internazionale delle Olimpiadi della Cultura e del Talento e una delle 4 squadre partecipanti del Liceo “Donatelli” di Terni si è classificata per le finali che si terranno dal 2/5/2019 al 5/5/2019 a Tolfa. 
Il Concorso è una competizione multidisciplinare a squadre che si articola in tre fasi: Eliminatorie “Giochi di Galileo”, Semifinali e Finali. Ogni squadra è composta da sei studenti iscritti alla medesima scuola e la sfida verte su quiz di cultura generale, attualità, logica, informatica, cultura musicale e cultura sportiva. L’aspetto interessante della competizione è quello della collaborazione e della autovalutazione: ogni squadra conosce punti di forza e debolezza dei suoi membri e la prestazione è la somma delle sei prestazioni individuali in Letteratura Italiana e Internazionale (prova in lingua inglese), Educazione Civica, Istituzioni e Attualità Italiane ed Internazionali, Storia dell’Arte, Scienze, Storia e Geografia mondiale, Prova musicale.
Alle prove individuali, già svolte, si aggiungono nella finale le prove in squadra, a cominciare da quella orale. La squadra deve argomentare liberamente per circa 7 minuti un’immagine sorteggiata dalla squadra stessa. Al termine della trattazione in italiano la commissione pone delle domande in lingua inglese. Fondamentali risulteranno dunque il lavoro di gruppo, la collaborazione e la capacità di trovare riferimenti culturali multidisciplinari. A questo punto seguirà la prova di Orienteering, che i ragazzi affronteranno usando mappe cartacee e digitali per le vie di Tolfa, e la prova di realizzazione di un Cortometraggio della durata massima di 3 minuti e 30 secondi, usando App e cellulari. Conclude il concorso la prova di talento negli ambiti della Danza, Canto, Recitazione, Musica. 
Una competizione, insomma, che mira ad accertare conoscenze e competenze in tutte le aree dello sviluppo della persona, promuovendo la collaborazione in un contesto di sana competizione. Veramente un bel riconoscimento essersi qualificati per le finali e interessante anche il primo premio in palio: un bel viaggio di una settimana in una capitale europea per tutta la squadra vincitrice.