LICEO DONATELLI

Assenze, ritardi, uscite anticipate in deroga

Assenze, ritardi, uscite anticipate in deroga

 

Il D.P.R. 122/2009 all’art. 14, c. 7 prevede:

«A decorrere dall’anno scolastico di entrata in vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dellanno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale di ciclo».

Poiché, in seguito al riordino dei cicli avvenuto a partire dal 2010/2011 (nel caso dei Licei la fonte normativa è data dal D.P.R. 89 del 15/3/2010), erano ancora compresenti classi appartenenti ai vecchi ordinamenti e classi appartenenti agli ordinamenti di nuova introduzione, è stato necessario specificare il significato di tale previsione normativa.

A ciò ha provveduto la C.M. 20 del 4 marzo 2011, cui si fa integrale riferimento.

Nel rispetto di tali riferimenti normativi, il Collegio dei docenti del Liceo Donatelli, per l’A.S. 2018/2019 delibera quanto segue:

 

A) DETERMINAZIONE DELL’ORARIO ANNUALE PERSONALIZZATO AI FINI DELLA VALIDITÀ DELL’ANNO SCOLASTICO

La tabella alla pagina successiva definisce, per ogni classe, il numero di unità orarie (60’) di presenza pari all’orario annuale ordinamentale ed il numero unità orarie di assenza consentite senza inficiare la validità dell’anno. A titolo indicativo, per aiutare le famiglie a monitorare eventuali criticità circa la frequenza dei ragazzi, viene conteggiato il numero di giorni di assenza limite, oltre il quale l’alunno è escluso dallo scrutinio finale.

Il calcolo è effettuato tenendo conto del numero medio di unità di lezione quotidiane effettuate da ogni classe.

VA COMUNQUE TENUTO PRESENTE CHE ANCHE LE ORE DI ASSENZA PER INGRESSI IN RITARDO ED USCITE IN ANTICIPO SI SOMMANO AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DEL MONTE ORE COMPLESSIVO (cinque ore sono mediamente equiparabili ad una giornata di lezione, mentre nel caso dell’articolazione su cinque giorni nel triennio in un giorno se ne perdono sei).

Per gli alunni non avvalentisi dell’insegnamento della religione cattolica e che non svolgono attività alternativa all’IRC, ma hanno chiesto di uscire durante l’ora di Religione/attività alternativa, il conteggio va fatto tenendo conto del relativo orario personalizzato (cioè su 33 ore annue in meno).

Analogamente, per gli alunni che svolgono l’ora di potenziamento il conteggio contempla 33 ore annue in più.

 

TABELLA PER LA DETERMINAZIONE DELL’ORARIO ANNUALE PERSONALIZZATO
AI FINI DELLA VALIDITÀ DELL’A.S. 2018/2019

N.

CLASSE

ORE ORDINAM

3/4 ORARIO

LIMITE

ORE ASS

ORE SETTIM

MEDIA H/GIOR

GG. ASS. APPROSS.

1

1A

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

2

1C

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

3

1D

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

4

1E

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

5

1AL

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

6

1BL

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

7

1CL

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

8

1AS

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

9

1BS

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

10

1CS

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

11

2A

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

12

2E

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

13

2AL

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

14

2BL

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

15

2AS

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

16

2BS

891

668,25

222,75

27

4,5

49,5

17

3A

990

742,5

247,5

30

5

49,5

18

3C

990

742,5

247,5

30

5

49,5

19

3E

990

742,5

247,5

30

5

49,5

20

3AL

990

742,5

247,5

30

5

49,5

21

3BL

990

742,5

247,5

30

5

49,5

22

3AS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

23

3BS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

24

4A

990

742,5

247,5

30

5

49,5

25

4C

990

742,5

247,5

30

5

49,5

26

4D

990

742,5

247,5

30

5

49,5

27

4E

990

742,5

247,5

30

5

49,5

28

4AL

990

742,5

247,5

30

5

49,5

29

4BL

990

742,5

247,5

30

5

49,5

30

4AS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

31

4BS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

32

5A

990

742,5

247,5

30

5

49,5

33

5C

990

742,5

247,5

30

5

49,5

34

5E

990

742,5

247,5

30

5

49,5

35

5GL

990

742,5

247,5

30

5

49,5

36

5AS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

37

5BS

990

742,5

247,5

30

5

49,5

NOTE

SE RIFERITE ALLE ORE, LE CIFRE DECIMALI VANNO LETTE TENENDO CONTO CHE IL DATO VA RAPPORTATO AL SISTEMA SESSAGESIMALE: 0,25 VA LETTO COME 1/4 DI ORA (15′); 0,5 VA LETTO COME 1/2 DI ORA (30′); 0,75 VA LETTO COME 3/4 DI ORA (45′).

IL CALCOLO DEI GIORNI DI ASSENZA E’ PURAMENTE INDICATIVO, POICHÉ INGRESSI IN RITARDO ED USCITE IN ANTICIPO CONCORRONO, SE NON IN DEROGA, AL CALCOLO DEL LIMITE ORARIO DI FREQUENZA.

 

B) DEROGHE

Il Liceo “Donatelli”, ai sensi della C.M. 20 del 4/3/2011, stabilisce le seguenti deroghe.

Assenze dovute a:

  • gravi motivi di salute adeguatamente documentati;
  • terapie e/o cure programmate;
  • donazioni di sangue;
  • partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.;
  • adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato come giorno di riposo (cfr. L. 516/1988 che recepisce l’intesa con la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno; L. 101/1989 sulla regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, sulla base dell’intesa stipulata il 27/2/1987);
  • particolari eventi familiari documentati o autocertificati (es. matrimonio di familiari, laurea, lutto);
  • partecipazione ad esami per conseguimento patente di guida, esami di conservatorio, partecipazione a concorsi ed attività organizzate dalla scuola, partecipazione a prove preselettive per l’accesso programmato all’Università;
  • rientro in patria di alunni stranieri in condizioni non altrimenti pianificabili;
  • stato di calamità naturale disposto dalle autorità competenti.

 

N.B.

Ai fini del conteggio del limite minimo di frequenza le assenze, i ritardi e le uscite anticipate in deroga non si calcolano.

La locuzione “gravi motivi di salute adeguatamente documentati” viene declinata nel senso che si accettano certificazioni mediche presentate tempestivamente (entro 3 giorni dal rientro a scuola) relative ad assenze non saltuarie, ma continuative (cioè superiori a giorni 3) che indichino testualmente che l’alunno è stato assente dal giorno x al giorno y per malattia (senza ulteriore specificazione diagnostica) e/o certificati di ricovero ospedaliero. Terapie o cure programmate, donazioni di sangue, partecipazione ad attività sportive ed agonistiche, partecipazione ad esami, concorsi e prove preselettive debbono essere adeguatamente documentate.

Ritardi ed uscite anticipate dovuti ai motivi di cui sopra vanno ugualmente documentati, poiché possono incidere sul monte orario personalizzato valevole ai fini della validità dell’anno scolastico.

Tutta la documentazione di cui sopra va consegnata e conservata esclusivamente in Segreteria secondo modalità che verranno specificate con successiva comunicazione.